Categorie
Riflessioni

Storta va, diritta viene – Appunti per uscire dalla crisi in Campania

E’ questo l’appello lanciato da associazioni, circoli, soggetti civici e movimenti della Campania: la proposta di promuovere iniziative pubbliche e mobilitazioni per discutere del prossimo decennio di politiche pubbliche necessarie per la Regione Campania. A partire dall’analisi della mobilitazione di questi giorni.

Da Salerno a Caserta, da Napoli a Benevento – per citare i capoluoghi al voto nel 2021 – passando per Avellino, Pozzuoli e tanti altri territori, una decina di realtà sociali e politiche hanno preso parola per dire con chiarezza che bisogna cambiare passo nella gestione della pandemia.

Misure economiche e sociali, dal reddito di base allo stop degli affitti e delle utenze, per sostenere le necessarie misure sanitarie di contenimento di questa seconda ondata. Ma anche una nuova consapevolezza di proporsi come classe dirigente per costruire la regione del futuro. 

Il primo tentativo di convergenza di realtà da tutta la regione all’interno dello scenario pandemico, la necessità di costruire nuove connessioni e protagonismi per restituire un futuro alla Campania.

__________________________________________

Bruci la città (Francesco Bianconi)

Aumento spaventoso dei contagi e allo stesso tempo aumento vertiginoso della disperazione sociale. Questa è la situazione che vive la nostra terra, la Campania. La salute delle persone e la loro dignità di vita sono oggi preda di una raccapricciante contrapposizione costruita ad arte dal dibattito politico regionale e nazionale. “O si tutelano le vite delle persone o si sta dalla parte delle realtà economiche colpite dagli attuali o eventuali lockdown”: questo è ciò che ci sembra continuamente suggerire il governo regionale con un pericoloso ricatto tra salute e condizioni di vita, tutto scaricato su chi ha fame e si sta impoverendo. 

Quello che si legge in queste ore sulla piazza di venerdì sera a Napoli segue esattamente questo meccanismo: attendere che la bomba sociale esploda e poi additare alle persone che hanno reagito diversi capi di accusa: irresponsabili, fascisti, camorristi e via seguendo. Un problema sociale enorme, intensificato da questa pandemia, sta generando e genererà inevitabilmente uno scontro tra l’incapacità di fornire misure sociali adeguati e l’urgenza di arrivare a fine mese ormai sempre più generalizzata, in un Sud già fortemente povero e precario. Tutto invece viene semplicemente derubricato ad atti di violenza da condannare.  

La retorica sterile su camorra e violenza serve a non leggere ciò che questa piazza dice. Molti hanno agitato la retorica della direzione occulta della camorra per non ascoltare il grido di disperazione delle piazze di venerdì sera, composto in forma varia ed eterogenea. Si ricade nel classico stereotipo razzista, secondo cui la reazione sociale a Sud sia monopolio delle organizzazioni mafiose. Non vogliamo negare le complessità, ma solo cercare di capovolgere il punto di vista su quello che sta accadendo. Lo abbiamo imparato bene in questi anni vedendo crescere i loro interessi: le camorre sono sistemi criminali organizzati, con interessi economici di alto profilo. Non organizzano rivolte, anzi. Hanno invece molto spesso una funzione di cuscinetto in accordo con fette consistenti del potere economico e politico. Se le camorre ci spaventano in questa pandemia non è certo perchè si possono mettere a capo di una rivolta sociale. La loro capacità di infiltrarsi tra le realtà economiche in situazioni dove ci sono gravi momenti di crisi economica in seguito ad eventi catastrofici è sicuramente il punto di vista di cui la politica dovrebbe occuparsi con attenzione. 

In questo momento i riflettori vanno invece puntati in un’altra direzione: il fallimento delle politiche infrastrutturali e sociali in Campania e le responsabilità politiche di questo fallimento. Proprio per questo troviamo insopportabile che il ruolo di governo della Campania anziché essere quello di organizzare la risposta sociale e sanitaria alla moltiplicazione preoccupante dei contagi sul nostro territorio, si limiti ad agitare un’unica funzione di moralizzazione dei comportamenti sociali. Come se l’emergenza che abbiamo di fronte fosse semplicemente un fatto di abitudini sbagliate, di voglia irresponsabile di svago e divertimento e non una catastrofe sanitaria dovuta ad una infrastruttura sanitaria indebolita e privatizzata, ad una incapacità di garantire il distanziamento sulla rete del trasporto pubblico sul quale non si è investito con urgenza e massicciamente in questi mesi e che costringe milioni di giovani e giovanissimi a non poter andare a scuola. 

La retorica del chiudere tutto perché “i campani non rispettano le regole” è una bugia insopportabile. De Luca non vuole ammettere la verità; non è in grado di garantire il distanziamento sociale sul piano della mobilità pubblica e non ha una infrastruttura sanitaria pronta a reggere un pericoloso aumento delle terapie intensive. Le affermazioni in diretta di De Luca non hanno fatto altro che accendere la miccia nella polveriera sociale che è la Campania. Altro che 

Ma il conto chi lo paga? 

Il conto dell’incapacità del governo nazionale e regionale di fornire risposte sociali adeguate, attivando risorse economiche rapide e radicali lo pagherà innanzitutto un Sud Italia già in ginocchio, Campania in primis. 

Lo pagheranno le lavoratrici e i lavoratori che senza ammortizzatori sociali universali e il blocco dei licenziamenti andranno ad accrescere la mole della disoccupazione generale in Campania, tra le più alte d’Italia. Considerando che aziende come la Whirlpool hanno annunciato proprio in queste settimane la chiusura, la reazione sociale sarà inevitabile.

Lo pagheranno le donne, soprattutto quelle che non riusciranno ad attivare lo smartworking e dovranno prendersi cura dei figli che non potranno andare a scuola e dovranno dividersi tra il lavoro di cura domestico e il lavoro ordinario (probabilmente precario o comunque sottopagato rispetto agli uomini). Lo pagheranno perchè non sono state previste politiche di welfare adeguate di supporto alla genitorialità. 

Lo pagheranno le studentesse e gli studenti che non potranno accedere al diritto allo studio di qualità, in una Regione in cui il Digital Divide è ancora altissimo, in un Paese in cui la Dad continua ad essere solo un lontano ricordo della scuola in presenza, in cui l’Università è un percorso incompiuto per migliaia di persone all’anno che abbandonano gli studi per i costi elevati. Ne soffrirà la Campania che già conta il più alto tasso di dispersione scolastica e universitaria italiano.  L’educazione è un processo che si realizza nella relazione. Preservare i luoghi in cui questa relazione avviene e che permettono apprendimenti significativi è dovere delle istituzioni. Invece De Luca ha dato solo segnali schizofrenici: chiudendo ed aprendo a seconda dell’inizio e della fine della tornata elettorale.

Lo pagherà il mondo della cultura che per l’ennesima volta deve pagare il prezzo ingiusto ed inevitabile delle limitazioni. Le lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo sono in ginocchio e molti non hanno avuto accesso alle misure necessarie di ristoro promesse dal governo. Non è possibile accettare l’idea che la cultura e l’istruzione siano i primi settori da sacrificare. Il rischio è che teatri, cinema e luoghi di produzione culturale che hanno costruito anche regole precise di distanziamento non riaprano più dopo questa pandemia. 

Lo pagheranno i piccoli commercianti, i ristoranti e i locali senza aiuti che si trovano di fronte ad un ennesimo lockdown proprio ora che erano riusciti a riaprire le serrande; lo pagheranno i circoli culturali e ricreativi che rischieranno di chiudere definitivamente nonostante siano il lavoro fatto da tanti per garantire i protocolli di sicurezza indicati dal governo nazionale. 

Lo pagheranno le donne e gli uomini che ogni mese devono pagare un affitto di casa e non sanno come fare. Senza un blocco degli affitti e degli sfratti migliaia di persone rischiano di restare senza una casa. 

Lo pagheranno i precari e le precarie ancora più sottopagate. Il dibattito stucchevole sui furbetti che hanno rubato il reddito di cittadinanza ha impedito di allargare quella misura su più vasta scala per dare gli strumenti economici per reagire dentro questa pandemia a una condizione sempre più di indigenza.

“Fai un’inversione ad U”

L’urgenza dentro questa emergenza è aprire assieme allora uno spazio per la riflessione e la presa di parola e ci permettiamo come varie realtà sociali e politiche della Campania di metterne in evidenza alcune, come possibili coordinate per muoversi in questo nuovo mondo pandemico e post-pandemico:

  • Serve subito una programmazione socio-economica in grado di rispondere ai bisogni materiali delle persone e delle attività economiche, indipendentemente dal lockdown.. Va garantito un reddito di base per tutt*; vanno bloccati affitti ed utenze, potenziati i trasporti pubblici, va ripubblicizzata la sanità rendendola di nuovo gratuita e capillare. Per finanziare queste misure è necessario un trasferimento di risorse dalla parte alta della società (insomma, i milionari e le multinazionali che durante questa crisi hanno visto aumentare i loro profitti) verso quella bassa:  si dovrebbero tassare del 3% i circa 400 mila patrimoni personali sopra il milione di euro per finanziare gli aiuti di cui la popolazione ha bisogno.
  • Ci sono pochi dubbi: in questo momento la diffusione del virus è fuori controllo, i feedback che arrivano dagli ospedali e il contagio esponenziale ci portano necessariamente ad un nuovo lockdown: la salute e la vita devono essere al primo posto. Tuttavia le chiusure senza una preventiva risposta socio-economica rappresentano una dichiarazione di guerra sociale. Proprio per questo serve un piano di sviluppo che imponga alle industrie di non licenziare, di garantire salari e diritti e di riconvertire la propria produzione verso una transizione ecologica: un Green New Deal, ovvero investire risorse pubbliche per creare lavoro al fine di sostenere una più complessiva riconversione ecologica della società. Serve inoltre investire su uno sviluppo cooperativo e innovativo per i giovani a partire dalla rigenerazione del patrimonio pubblico dismesso, dei beni confiscati alle mafie, del patrimonio artistico-culturale e di quello post industriale. Si possono sviluppare decine di migliaia di posti di lavoro pianificando un massiccio piano di riutilizzo sociale dei beni comuni per i giovani campani.
  • Un nuovo necessario lockdown deve essere la base per ripensare la società in cui vogliamo vivere. Crediamo non si possa scappare dalla necessità di una costruzione – fosse anche lenta -, di reti di organizzazioni sociali, politiche e di movimento che si pongano la sfida della contesa del governo e del potere di trasformare i nostri territori. Nuovi soggetti organizzati in grado di promuovere la partecipazione dal basso, dai nodi urbani e dai quartieri in attesa di rigenerazione, dalle attività di recupero dei beni confiscati, dalle categorie lavorative più precarie, dalle imprese innovative, dal terzo settore del welfare generativo e delle pratiche di cura, di mutualismo e di comunità. Un nuovo orizzonte di protagonismo politico in grado di sfidare faccia a faccia il potere costituito, anche a partire dalle prossime amministrative, contendendogli la costruzione di un nuovo futuro

È il momento di riaprire un dibattito pubblico su come costruire dal basso un racconto diverso da quello che abbiamo visto in campagna elettorale. Non è quello, raccontato da De Luca, l’unico modo di uscire da questa crisi, l’unico modo di governare il potere, le risorse e la democrazia. Vogliamo riprendere un cammino di ricerca, di costruzione necessaria di relazioni, legami tra esperienze diverse, ma connesse dalla necessità di cambiare direzione radicalmente. È possibile riconfigurare le politiche sociali e sanitarie in Campania; è possibile ripensare lo sviluppo dei territori e i posti di lavoro;  possibile bonificare e mettere in sicurezza i luoghi che abitiamo; è possibile aprire una nuova stagione di ri-generazione delle nostre città come luoghi di incontro, decisione, relazione, mutualismo, cooperazione. Sogniamo una Campania in cui le energie e le intelligenze dei giovani vengano finalmente valorizzate e messe al centro di un progetto di riscatto a disposizione di tutto il Mezzogiorno. Pertanto, abbiamo intenzione di proporre una discussione pubblica ed aperta il 31 ottobre alle 17.00 su zoom per confrontarci insieme e costruire proposte alternative a scala regionale per combattere la crisi.

Se sei d’accordo con noi firma questo documento e scrivici a:

campaniasulatesta@gmail.com

Promotori:

App – Avellino Prende Parte 

Sardine d’Irpinia

Laboratorio Sociale Millepiani – Caserta

Comitato per Villa Giaquinto – Caserta 

Pozzuoli Ora 

Marea – Salerno

Officina Omnibus – Cava de’ Tirreni 

CortoCircuito – Scafati

Spazio 911 – Teano

L@p Asilo 31 – Benevento

MGA Sindacato nazionale Forense

Civica Mente – Battipaglia

Autore

110 risposte su “Storta va, diritta viene – Appunti per uscire dalla crisi in Campania”

Sono totalmente d’accordo con voi.
Suggerirei solo di dare più attenzione alla scuola e allo sport, che non solo creerebbero molti posti di lavoro, ma farebbero crescere una società più sana e più forte.

It’s a shame you don’t have a donate button! I’d certainly donate to this excellent blog! I suppose for now i’ll settle for book-marking and adding your RSS feed to my Google account. I look forward to brand new updates and will share this blog with my Facebook group. Talk soon!

I know this if off topic but I’m looking into starting my own weblog and was curious what all is needed to get setup? I’m assuming having a blog like yours would cost a pretty penny? I’m not very internet smart so I’m not 100 certain. Any recommendations or advice would be greatly appreciated. Kudos

Thanks for your useful post. In recent times, I have come to understand that the symptoms of mesothelioma cancer are caused by this build up of fluid regarding the lining of the lung and the upper body cavity. The infection may start inside the chest place and propagate to other areas of the body. Other symptoms of pleural mesothelioma cancer include weight-loss, severe deep breathing trouble, a fever, difficulty ingesting, and infection of the face and neck areas. It needs to be noted that some people living with the disease will not experience any kind of serious indications at all.

There are some interesting closing dates on this article however I don’t know if I see all of them heart to heart. There may be some validity but I will take hold opinion until I look into it further. Good article , thanks and we want more! Added to FeedBurner as effectively

I just want to tell you that I am just beginner to weblog and really liked this website. Very likely I’m planning to bookmark your blog . You certainly have exceptional articles. Cheers for sharing your web site.

I’m amazed, I must say. Rarely do I come across a blog that’s both educative and engaging, and let me tell you, you have hit the nail on the head. The issue is something not enough people are speaking intelligently about. I am very happy I found this in my search for something regarding this.

With every little thing which appears to be building inside this specific subject material, all your opinions are actually somewhat radical. Having said that, I beg your pardon, because I can not subscribe to your entire suggestion, all be it exciting none the less. It appears to everybody that your remarks are generally not completely justified and in actuality you are your self not fully convinced of your point. In any event I did enjoy reading it.

hello there and thanks to your information – I have definitely picked up something new from right here. I did however experience a few technical points the usage of this website, as I skilled to reload the site a lot of instances prior to I could get it to load correctly. I have been thinking about if your web hosting is OK? Now not that I am complaining, but slow loading circumstances instances will very frequently affect your placement in google and could harm your quality rating if advertising and ***********|advertising|advertising|advertising and *********** with Adwords. Well I’m adding this RSS to my e-mail and could glance out for much extra of your respective fascinating content. Make sure you replace this once more very soon..

Howdy! I could have sworn I’ve been too this blog betore
but after browsing through some of thhe post I realized it’s new to me.
Nonetheless, I’m definitely delighted I found itt
and I’ll be bookmarking and checking back frequently!

Aw, this became quite a good post. In thought I have to put in writing like this additionally – spending time and actual effort to have a great article… but exactly what do I say… I procrastinate alot through no indicates often get something accomplished.

Hiya, I’m really glad I have found this information. Nowadays bloggers publish just about gossips and web and this is really annoying. A good site with interesting content, that is what I need. Thanks for keeping this web site, I’ll be visiting it. Do you do newsletters? Can’t find it.

Unquestionably believe that which you stated. Your favorite justification seemed to be on the net the simplest thing to be aware of. I say to you, I definitely get irked while people think about worries that they just do not know about. You managed to hit the nail upon the top and also defined out the whole thing without having side-effects , people can take a signal. Will likely be back to get more. Thanks

Hello! I could have sworn I’ve been to this blog before but after browsing through some of the post I realized it’s new to me. Anyways, I’m definitely happy I found it and I’ll be book-marking and checking back frequently!

Hello! I could have sworn I’ve been to this blog before but after browsing through some of the post I realized it’s new to me. Anyways, I’m definitely happy I found it and I’ll be book-marking and checking back frequently!

Hello! I could have sworn I’ve been to this blog before but after browsing through some of the post I realized it’s new to me. Anyways, I’m definitely happy I found it and I’ll be book-marking and checking back frequently!

Hey very nice site!! Guy .. Beautiful .. Amazing .. I will bookmark your blog and take the feeds additionally…I am happy to find so many helpful information here within the put up, we want develop extra techniques in this regard, thank you for sharing. . . . . .

Its like you read my mind! You seem to know a lot about this, like you wrote the book in it or something. I think that you can do with some pics to drive the message home a bit, but instead of that, this is magnificent blog. A fantastic read. I will definitely be back.

Greetings I am so excited I found your weblog, I really found you by error, while I was browsing on Google for something else, Anyways I am here now and would just like to say kudos for a remarkable post and a all round entertaining blog (I also love the theme/design), I don’t have time to look over it all at the moment but I have bookmarked it and also added your RSS feeds, so when I have time I will be back to read much more, Please do keep up the great job.

There a few fascinating points in time in this post but I don’t know if I see these center to heart. There may be some validity but I’ll take hold opinion until I explore it further. Excellent article , thanks and then we want a lot more! Put into FeedBurner too

When I initially commented I seem to have clicked the -Notify me when new comments are added- checkbox and now every time a comment is added I recieve 4 emails with the same comment. Is there a way you are able to remove me from that service? Many thanks!

Can I just say what a reduction to search out somebody who really is aware of what theyre speaking about on the internet. You undoubtedly know how one can carry an issue to light and make it important. Extra people must read this and perceive this aspect of the story. I cant imagine youre not more popular because you definitely have the gift.

Aw, this was a very nice post. In idea I wish to put in writing like this additionally – taking time and precise effort to make a very good article… however what can I say… I procrastinate alot and in no way seem to get one thing done.

Thanks for sharing excellent informations. Your site is very cool. I am impressed by the details that you’ve on this website. It reveals how nicely you perceive this subject. Bookmarked this web page, will come back for extra articles. You, my pal, ROCK! I found simply the info I already searched everywhere and just could not come across. What a great site.

I actually wanted to type a note to thank you for some of the unique information you are giving on this website. My extensive internet search has at the end been paid with extremely good content to exchange with my colleagues. I ‘d repeat that most of us readers actually are unquestionably blessed to be in a great place with many brilliant people with valuable tactics. I feel really lucky to have come across the web pages and look forward to plenty of more thrilling minutes reading here. Thanks once more for a lot of things.

Hello! I could have sworn I’ve been to this blog before but after browsing through some of the post I realized it’s new to me. Anyways, I’m definitely happy I found it and I’ll be book-marking and checking back frequently!

Magnificent beat ! I would like to apprentice while you amend your website, how can i subscribe for a weblog web site? The account aided me a appropriate deal. I were a little bit acquainted of this your broadcast offered bright transparent concept

I was just searching for this information for a while. After 6 hours of continuous Googleing, finally I got it in your site. I wonder what is the lack of Google strategy that do not rank this kind of informative sites in top of the list. Usually the top websites are full of garbage.

This is the precise blog for anybody who desires to search out out about this topic. You notice so much its virtually arduous to argue with you (not that I actually would want…HaHa). You positively put a new spin on a subject thats been written about for years. Great stuff, simply great!

Does your blog have a contact page? I’m having a tough time locating it but, I’d like to shoot you an email. I’ve got some recommendations for your blog you might be interested in hearing. Either way, great site and I look forward to seeing it grow over time.

I beloved as much as you will obtain performed right here. The caricature is attractive, your authored material stylish. nevertheless, you command get bought an edginess over that you would like be handing over the following. unwell undoubtedly come further previously once more since exactly the similar just about a lot regularly inside of case you defend this hike.

Its such as you learn my mind! You seem to understand a lot approximately this, such as you wrote the guide in it or something. I believe that you can do with a few p.c. to force the message house a bit, however instead of that, this is magnificent blog. An excellent read. I’ll certainly be back.

What i do not realize is actually how you’re not really much more well-liked than you may be now. You are so intelligent. You realize therefore considerably relating to this subject, produced me personally consider it from numerous varied angles. Its like men and women aren’t fascinated unless it is one thing to do with Lady gaga! Your own stuffs nice. Always maintain it up!

Youre so cool! I dont suppose Ive read something like this before. So nice to seek out someone with some authentic ideas on this subject. realy thanks for beginning this up. this web site is something that’s needed on the internet, someone with a little originality. useful job for bringing something new to the web!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *